L’albero dei diritti alla Primaria Collodi

L’albero dei diritti alla Primaria Collodi

5 dicembre 2018 0 Di ilario

20 novembre 1989: approvazione della CONVENZIONE SUI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA da parte dell’Assemblea Generale dell’ONU.

Questa convenzione e l’“Albero dei Diritti” proposto alle scuole dall’UNICEF, cosa hanno in comune?

Dapprima all’interno di ogni classe e, in seguito, in un momento comune, abbiamo riflettuto su questi due punti, giungendo a queste considerazioni.

Le radici

Come gli alberi, che nelle loro terre più diverse hanno radici da cui traggono nutrimento, così noi bambine e bambini abbiamo le nostre radici nei luoghi in cui nasciamo e cresciamo, trovando nutrimento nelle opportunità, nelle possibilità, nel rispetto o meno dei nostri diritti fondamentali.

Il tronco

Come negli alberi il fusto trasporta acqua, sali minerali e linfa, così per noi il tronco è l’immagine dei percorsi che costruiamo attraverso le esperienze significative e formative che viviamo in famiglia, nella scuola, nella città e nella società.

La chioma

Come la chioma dell’albero è composta di rami, ramoscelli e foglie, così per noi è il risultato della nostra crescita, racconta ciò che sappiamo fare, le nostre abilità e ciò che ci è permesso di essere.

Il bosco

Come gli alberi fanno parte di un bosco che ha bisogno di cure al pari di ogni singola pianta, così noi bambine e bambini non viviamo isolati ma siamo inseriti in comunità: famiglia, villaggio, quartiere, città. Anche le comunità in cui viviamo hanno bisogno di cura, così come ogni singola persona.

Pertanto non si può capire un bambino o una bambina se con si comprende la comunità di cui fa parte, non si migliora la sua situazione se non si migliora il contesto in cui vive.

Ai grandi quindi il DOVERE di impegnarsi in questo, alle bambine e ai bambini il DIRITTO DI ESSERE.

 

Un albero di parole

Radici: avere identità, casa, poter giocare, essere amati, avere amicizie, sapere, curarsi, esprimersi, avere rispetto, nutrirsi, avere buona educazione.

Tronco: avere buoni esempi, avere sostegno dalla famiglia e dalla società, avere protezione, avere cultura, regole da rispettare, essere indipendente, poter essere libero/a.

Chioma: indipendenza di pensiero e di sentimento, condividere, saper aiutare e collaborare, libertà nel rispetto, difendere e trasmettere i diritti, scegliere il proprio destino, assumersi le responsabilità, partecipare.